Clamidia - sintomi e trattamento

La clamidia è una malattia a trasmissione sessuale causato da Chlamydia trachomatis. Si diffonde attraverso il rapporto vaginale, anale o orale, che colpisce più comunemente le donne più giovani, molto probabilmente a causa dell'insufficiente maturità cellulare nella cervice.

Clamidia nelle donne

I sintomi della clamidia sono generalmente lievi, quindi a volte è difficile determinare la presenza di un'infezione in base a determinati segni. Se lo è sintomi più forti appariranno di più tre settimane dopo l'infezione.

Clamidia nelle donne si può notare in base a i seguenti sintomi:


  • alta temperatura corporea
  • dolore durante il rapporto sessuale
  • lieve sanguinamento durante il ciclo mestruale
  • secrezione vaginale
  • bruciore durante la minzione
  • nausea
  • la necessità di minzione frequente
  • dolore addominale inferiore
  • prurito nella zona della vagina

Se il STD non cura può diffondersi alle tube di Falloppio e causare infiammazione pelvica. L'infiammazione può essere riconosciuta dalle perdite vaginali e dalla febbre.

È importante rispondere in tempo affinché non si verifichi danno alle tube di Falloppio, gravidanza ectopica, infezioni della placenta e per ridurre il rischio di contrarre l'HIV.

Prestare particolare attenzione alle donne in gravidanza poiché l'infezione può causare un parto prematuro, a da madre a figlio può essere trasferito tramite parto vaginale.


Clamidia negli uomini

Le differenze nell'anatomia del sistema urogenitale maschile e femminile sono il motivo principale per cui uomini più resistenti alle infezioni. Lunghezza dell'uretra maschile è diverso in relazione al retto rispetto alle donne.

Nelle donne è più breve e a pochi centimetri dalla fonte della possibile contaminazione dei batteri, che sono uno dei principali colpevoli di infezioni urinarie.

Negli uomini è possibile determinare la presenza di una malattia a trasmissione sessuale entro sintomi come:


  • gonfiore nei testicoli
  • bruciore durante la minzione
  • arrossamento e prurito
  • scarico genitale
  • la necessità di minzione frequente

Se la malattia non viene curata una forma cronica di infezione può verificarsi in tempo e portare a infertilità o infiammazione della ghiandola prostatica. Gli uomini che non hanno curato la malattia sono considerati la fonte della diffusione dell'infezione.

Trattamento della clamidia

Se vuoi sapere se sei infetto da clamidia, devi fare un test con un tampone dall'uretra, dalla cervice o dalla vagina. Se i risultati sono positivi, allora trattamento antibiotico. Il medico più comunemente prescrive doxiciclina o azitromicina.

Si consiglia evitando rapporti sessuali durante la terapia e trattare entrambi i partner. Se il tuo partner non viene curato, anche se non ha sintomi, molto probabilmente avrà di nuovo la clamidia.

Per assicurarti di sbarazzarti dei batteri, 6 settimane dopo la terapia sono presi tamponi di controllo. Indipendentemente da quando i sintomi scompaiono, è importante terminare con la dose prescritta dal medico. Nelle forme gravi di infiammazione, il paziente alla fine finisce per essere ricoverato in ospedale e sottoposto a terapia endovenosa.

Trattamento naturale per clamidia

Sai quali sono i migliori antibiotici naturali quando si tratta di malattie sessuali? L'olio dell'albero del tè nell'elenco è usato da molti per trattarlo poiché è noto per la sua potente attività antibatterica. Prima dell'uso, diluirlo in acqua tiepida per lavare l'organo genitale.

L'aglio è un rimedio naturale che viene utilizzato non solo per la preparazione di vari piatti, ma anche per il trattamento di molti disturbi. Se vuoi evitare il gusto sgradevole puoi anche optare per le capsule come integratore alimentare.

Il modo migliore per proteggersi dalla clamidia è attraverso un comportamento responsabile, il che significa utilizzare la protezione durante i rapporti sessuali. Se sospetti di essere infetto, dovresti contattare il tuo medico il prima possibile in modo che possano iniziare la terapia ed evitare qualsiasi rapporto sessuale durante il trattamento.

Autore: S.Š., foto: wavebreakmedia ltd / Shutterstock

Clamidia (Giugno 2021)