Quali sono i tipi di depressione

La depressione come espressione si è stabilita nella vita quotidiana. Quindi diremo a un amico infelice: "Non essere depresso". Ma le piccole cose quotidiane che ci rendono infelici non sono la depressione! La depressione clinica non è tristezza istantanea ma un persistente senso di disperazione causato dallo squilibrio delle sostanze chimiche nel cervello.

Esistono diversi tipi e sfumature di depressione, anche quella postpartum, che vive fino al 15% delle madri. In generale, classifichiamo la depressione in 3 categorie.

Grave depressione


È un episodio depressivo grave che dura più di 2 settimane, con almeno 5 dei seguenti sintomi: senso di colpa e inutilità, mancanza di appetito, sonno disturbato, disinteresse per l'ambiente, mancanza di energia, difficoltà di concentrazione, idee sull'autolesionismo.

Depressione situazionale

Dura più di due mesi e si verifica dopo un grave cambiamento di vita, come la perdita di una persona cara o la pensione. In effetti, molte persone sono rattristate dopo gravi perdite, e questo è naturale. La depressione è quando una persona non ha desiderio da mesi, non vuole comunicare con le persone o anche i propri cari, o addirittura uscire di casa.


Significativamente, dopo l'evento che ha scatenato la depressione, i sintomi migliorano nel tempo, quindi la maggior parte dei terapeuti pensa che puoi funzionare meglio a lungo termine se riesci a gestire l'episodio senza farmaci. Ma, naturalmente, ci sono momenti in cui una persona ha bisogno di una cura per fare progressi.

Depressione vascolare

Di solito si verifica in pazienti che hanno avuto un ictus senza la sua manifestazione clinica nel cosiddetto. regioni cerebrali silenziose. I sintomi clinici della depressione vascolare sono sbalzi d'umore, un disturbo della concentrazione. I sintomi vegetativi sono disturbi del sonno e della libido e mancanza di energia e sono più comuni nei pazienti che hanno sviluppato depressione dopo l'ictus rispetto a quelli che non lo hanno sviluppato.


I periodi più sensibili per lo sviluppo della depressione sono i primi due anni dopo l'ictus. Il grado di depressione che si svilupperà dopo un ictus è direttamente correlato con la gravità del deficit neurologico e la velocità di recupero.

Se la depressione può svilupparsi e non curata, può anche finire con un suicidio. La depressione è associata a vari tipi di sintomi che alterano la vita, come depressione, mancanza di autostima, disinteresse per il sesso, cambiamenti di peso, difficoltà a dormire. La depressione riduce anche l'immunità, quindi c'è una maggiore tendenza alle infezioni.

Autore: Tajana, foto: dpaint / Shutterstock

Depressione Maggiore: Segni da Cogliere, Farmaci e Psicoterapia - Cosa è la distimia (Giugno 2021)