Qual è il miglior cibo per un bambino

L'importanza dell'allattamento al seno e il fatto che durante i primi sei mesi il bambino non abbia bisogno di cibo diverso dal latte materno sono enfatizzati. Trascorso questo tempo è necessario iniziare con il cosiddetto. solidi. Lo sviluppo del bambino consente il consumo di cibi solidi e il latte stesso non soddisfa più le esigenze nutrizionali.

Quindi inizia con la nutrizione. È un periodo di introduzione graduale di alimenti non caseari nella dieta del bambino. Vengono introdotti succhi di frutta e verdura, frutta, cereali e porridge, carne, pesce e uova. L'alimentazione dovrebbe essere fatta pazientemente e gradualmente. Viene introdotto solo un nuovo alimento alla volta.

I dettagli della dieta devono essere consultati con il personale sanitario del Centro di consulenza per l'infanzia o con il medico di famiglia.


Nel periodo prescolare, il bambino ha bisogno di cinque pasti al giorno: tre pasti principali e due pasti intermedi. È importante che la dieta sia diversa e che siano rappresentati tutti i gruppi alimentari, come:

  • latte e prodotti lattiero-caseari (fino a mezzo litro al giorno)
  • carne e sostituti (un pasto al giorno, almeno una volta alla settimana pesce, uovo due o tre volte alla settimana)
  • verdure (un pasto al giorno per una varietà di verdure)
  • frutta (un pasto al giorno di vari frutti)
  • pane e sostituzioni (2-3 pasti al giorno, preferibilmente pane integrale, evitare la farina bianca)
  • grasso (due cucchiaini al giorno come una diffusione o una spezia)

La scuola materna e gli anni scolastici sono importanti per la creazione di sane abitudini alimentari importanti per l'alimentazione permanente. Un rapporto equilibrato di carboidrati, grassi e proteine, meno sale e zucchero negli alimenti, evitando bevande gassate e integratori alimentari artificiali e aumentando la quantità di frutta e verdura fresca preferibilmente da bio-coltivazione (senza pesticidi e fertilizzanti) sono importanti.

Oltre agli ingredienti alimentari essenziali come proteine, carboidrati e grassi, la crescita e lo sviluppo di un bambino sono essenziali per acqua e vitamine (A, complesso B, C, D, E, K), minerali (sodio, potassio, calcio, cloro, fosforo) , magnesio, zolfo) e oligoelementi (ferro, iodio, rame, manganese, zinco, cobalto, molibdeno, selenio, cromo, stagno, vanadio, fluoro, silicio, nichel).


Va ricordato che l'acqua costituisce una grande percentuale del corpo di una persona e maggiore è la percentuale, più piccolo è il bambino. Pertanto, è importante sottolineare l'importanza della qualità dell'acqua che beviamo qui.

Negli ultimi decenni abbiamo assistito a una forte pressione da parte delle industrie farmaceutiche e alimentari nella produzione di integratori alimentari sotto forma di numerose vitamine, minerali, oligoelementi o una combinazione di questi ingredienti.

La mancanza di questi ingredienti interferisce con la normale crescita e sviluppo e il successivo funzionamento dell'organismo in età adulta; Altrettanto pericoloso può essere l'eccesso di vitamine e minerali e oligoelementi. Chiedi sempre il parere del tuo medico prima di decidere di aggiungere un integratore vitaminico e minerale alla dieta del tuo bambino.

Il cibo più adatto per lo svezzamento (Giugno 2021)